Il digitale..... una rete di opportunità!
Menu

logoreteSi pubblica, in allegato, l'elenco delle Scuole aderenti alla Rete "Scuola Digitale".

La rete definisce un comitato tecnico scientifico (CTS) dotato di specifiche professionalità e competenze. Il CTS individua, al proprio interno, una specifica professionalità in grado di assumere l'incarico di responsabile per la transizione al digitale per le scuole aderenti alla rete. Ogni scuola, nell'atto di adesione alla rete individua, al proprio interno, una figura di riferimento (possibilmente coincidente con l'animatore digitale); si impegna ad attuare tempestivamente, le indicazioni per la riorganizzazione e la digitalizzazione dell'amministrazione definite dal CTS, finalizzate alla realizzazione di un'amministrazione digitale e aperta, con servizi facilmente utilizzabili e di qualità, conseguendo maggiore efficienza ed economicità.

Obiettivi

A. Trasferimento continuo e graduale delle competenze tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali necessarie per la transizione alla modalità operativa digitale (Art. 13 e Art. 17 CAD), attraverso percorsi mirati di formazione e certificazione e attraverso l'attivazione di un servizio di tutoring e follow-up.
B. Adeguamento Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (RGPD). Compiti del Data Protection Officer (DPO).
C. Definizione e perseguimento delle misure minime di sicurezza ICT previste dalla Circolare 2/2017 dell'AgID e delle relative modalità di implementazione (resta inteso che è a carico di ogni singola scuola aderente alla rete provvedere localmente all'effettiva implementazione di quanto elaborato). Secondo le indicazioni del CTS le scuole aderenti alla rete dovranno tempestivamente
• Definire l’inventario dei dispositivi autorizzati e non autorizzati e quello dei software autorizzati e non autorizzati
• Adottare le tecniche di protezione delle configurazioni hardware e software definite dal CTS;
• Individuare e correggere le vulnerabilità dei sistemi in uso;
• Assicurare il corretto utilizzo delle utenze privilegiate e dei diritti amministrativi sui sistemi in uso;
• Contrastare l’ingresso e la diffusione di codice malevolo di qualsiasi provenienza;
• Mettere in continuità operativa i propri sistemi anche attraverso la gestione delle copie di sicurezza delle informazioni critiche;
• Adottare procedure di esfiltrazione dei dati.
D. Strutturazione delle sezioni dell'Amministrazione Trasparente e della Pubblicità Legale in modo integrato ma indipendente dalla restante struttura del sito.
E. Implementazione della sezione AT secondo l'Allegato 2 della Delibera ANAC 430/2016 e alimentazione diretta tramite gestione documentale.
F. Configurazione del modulo della Pubblicità Legale in modo conforme alle relative Linee guida 2016 AgID e alimentazione diretta tramite gestione documentale.
G. Definizione, all'interno del manuale della gestione documentale, degli atti soggetti alla pubblicità legale.
H. Attivazione dello sportello digitale, come parte integrante del modello organizzativo della gestione documentale e come modalità privilegiata di comunicazione scuola-famiglia.
I. Adozione del modello organizzativo integrato della gestione documentale digitale e conseguente reingegnerizzazione dei processi amministrativi, nel pieno e consapevole rispetto dei disposti normativi in materia.
J. Adeguamento del sito web della scuola alle linee guida di design per i siti web della PA e contestuale ridefinizione della struttura, secondo un modello standard. Raggiungimento dei requisiti di accessibilità e usabilità. Adozione di un template responsive.